P.S. I love you

giovedì 9 aprile '09 at 6:41 pm (cryptic, daydreaming, full moon, girl-powered, hawaii, hippie, italiano, love, sardegna, thoughts, travel)

Ho sognato l’oceano qualche notte fa. Quell’acqua densa e scura che si alza e si abbassa, e il cielo carico di pioggia.

Ho sognato un mio amico, che però tanto amico non è più, e ho pensato al valore dell’amicizia, a tutti gli amici che ho trovato e perso nel corso degli anni, a quanto mi manca la mia amica che ora sta passando un brutto periodo e non ha molto tempo da dedicarmi.

Ho sognato mio padre stanotte, bello come era lui, con quegli occhi color nocciola e il suo completo grigio scuro, magro come era, moro, e alto. Me ne sono ricordata improvvisamente stamattina, guardando negli occhi color nocciola del mio amore mentre facevamo colazione al bar. Le immagini del sogno sono riaffiorate senza preavviso, facendomi sentire una stretta alla gola come se stessi annegando, e poi immancabilmente sono arrivate le lacrime, che ho trattenuto e nascosto per non rovinare la mattina del suo compleanno, così piena di sole e di felicità.

E ieri notte c’era la luna quasi piena, bellissima, tonda e bianca, a ricordarmi le tante notti in cui ho guardato la luna piena nell’ultimo anno, ripensando anche allora e ogni volta ad altre notti in cui mi ha fatto compagnia. Sono così, un po’ lunatica.

A dire il vero, ultimamente, mi rendo conto di come sono fortunata, anzi, privilegiata. Non scambierei la mia vita con nessun altro, le mie esperienze strampalate, il mio corpo non perfetto, la mia famiglia al femminile, la mia collezione di libri, le mie passioni incostanti, i miei errori.

Vedo cose che mi fanno rabbrividire, ascolto discorsi che mi lasciano senza parole, incontro persone che mi suscitano tanta pena e poca compassione. Ma poi vedo e leggo cose che mi riempiono di speranza, mi fanno sentire forte, nel giusto, con il risultato che in tutta questa confusione, in mezzo ai dubbi e alle lacrime, mi sento felice! Sì.

Tanto per cambiare, sono piena di idee che faccio fatica ad imbrigliare, pensieri un po’ sfumati che non ho intenzione di inscatolare. I ricordi mi tormentano, di giorno, di notte, sempre. Ricordi belli, come piantare il taro alle Hawaii, pranzare con mio padre in giardino in Sardegna, fare i muffin con zenzero e noci brasiliane con il mio amore o ricevere in dono da mia zia una zucca enorme cresciuta nel suo giardino. E per forza di cose anche ricordi brutti, come la telefonata di mia madre quella mattina per dirmi che mio padre era morto, e altri, che ogni tanto traboccano da quel pozzo senza fondo che sembra possa contenerne infiniti, e tenerli ben nascosti. 

Vorrei coltivare un orto, passare del tempo a contatto con la terra, guardare i lombrichi che scavano tunnel tra le radici dell’insalata, annusare le piante di pomodoro, strappare le erbacce e piantare i mange-tout, quei fagiolini che mi piacciono tanto ma che non vendono nei supermercati (chissà poi perché?).

Vorrei viaggiare a lungo, andarmene via, lontano da tutto e tutti; evidentemente la terapia del silenzio e del distacco dello scorso settembre non è stata sufficiente. La TV mi ha stufato, le chiacchiere prevedibili, l’egoismo, il cinismo di questa gente che ci governa, la banalità.

Si vive una volta sola.

Andiamo??

strada

Permalink 6 commenti

fine delle trasmissioni

martedì 31 marzo '09 at 2:05 pm (cryptic, italiano, ToDo, video)

Appena capisco come accipicchia far funzionare alla perfezione WordPress su Aruba tornerò con aggiuornamenti. Fino ad allora, guardatevi su YouTube tutte le sigle degli Intervalli RAI, Almanacchi del giorno dopo, pubblicità Mulino Bianco degli anni ’80 e soprattutto la pubblicità natalizia della Coca Cola dove un sacco di hippie seduti a forma di albero di natale cantano in harmonia. Quelli sì che erano dei bei tempi, altro che repliche dei reality a tutte le ore, pubblicità di mediashopping e suonerie per cellulare che storpiano canzoni vincitrici a Sanremo già di per sè inutili e orripilanti.

Meditate…

Permalink 4 commenti

sweepstakes prize

mercoledì 25 marzo '09 at 2:44 pm (caffeine, cryptic, english, girl-powered, love, lyrics)

You know all of my secret ideas
The ones I’m giving up on and the ones I’ll keep
and everybody sees a funny look in our eyes
‘cause we know that we already won the sweepstakes prize

I’d tell you why but I don’t know
It’s simple and so complicated
I could walk all day on the railroad tracks
but there’s much more to it than that

Permalink Lascia un commento

pioggia, peli e paturnie

giovedì 13 novembre '08 at 12:59 pm (cryptic, girl-powered, italiano, meteo, trivial)

Pioggia. Piove sempre ultimamente. Esco senza ombrello sperando che le nuvole si dissolvano, e mi ritrovo a camminare sotto l’acqua, invariabilmente.

Peli che crescono sempre troppo in fretta. Maledetta estetista supplente che ha fatto un lavoro substandard, con tutto quello che la pago!

Paturnie, quelle non mancano mai. Perché quando va tutto bene, c’è sempre la fase discendente dietro l’angolo, anche se sinceramente credo di aver accumulato parecchio karma positivo nei mesi e anni precedenti, e credo di avere ancora un bel po’ di autonomia.

E così, lasciatemi elencare un po’ di cose negative per esorcizzare la paura che le mille altre cose positive (non elencate) svaniscano… a volte basta poco per stare bene, e se quel poco diventa tanto, non si sa bene dove mettere tutta questa felicità in eccesso. La nasconderò – come mio solito – tra le righe di un post tutto sommato insignificante e criptico, mentre sorrido per la pioggia e per il freddo che mi fa venire la pelle d’oca, per i peli che ricrescono anzitempo e per le piccole, finte paturnie a cui nessuno crede davvero.

Nel frattempo, continuo a elucubrare ed escogitare, chiedendomi dove mi troverò tra un anno esatto, ricordando fin troppo bene dove mi trovavo un anno fa e, se è per questo, due anni fa, sorprendendomi sempre tantissimo di quante sorprese si nascondano nel futuro, sempre, e inimmaginabili…

cookingschools

Permalink Lascia un commento

hey, è autunno!

giovedì 30 ottobre '08 at 7:29 pm (cryptic, insomnia, italiano, love, stars)

L’altroieri ha piovuto tantissimo. Ieri notte c’era un vento fortissimo che ha spazzato via tutte le nuvole e la luna nuova ci ha permesso di ammirare la costellazione di Orione alta nel cielo. Oggi mi sono improvvisamente accorta che i bordi delle strade sono colorati di giallo e rosso per le mille foglie cadute. Ho i brividi dal freddo. Che figata, è autunno!

La mia stagione preferita anche quest’anno non mi sta deludendo…


(foto presa in prestito da
qui)

Permalink 4 commenti

fasi lunari e cose così

martedì 28 ottobre '08 at 7:26 pm (cryptic, girl-powered, italiano, magic, thoughts)

Beh, che dire? E’ di nuovo tempo di luna nuova. Nuovi inizi e bla bla bla. E i Google gadgets mi fanno sorridere. Non solo quelli a dire il vero…

Permalink 2 commenti

cose che si scrivono

giovedì 9 ottobre '08 at 3:15 pm (books, cryptic, daydreaming, girl-powered, insomnia, italiano, thoughts, ToDo, trivial, writing)

In questi giorni, forse anche grazie al recente iato hawaiiano, ho riflettuto un po’ sulla scrittura, i blog, le minchiate che si scrivono, le cose senza senso e quelle che un senso invece ce l’hanno. Scrivere tanto per oppure scrivere perché si ha qualcosa di unico da dire. 

Ho letto una piccola riflessione fatta da qualcuno che conosco, e un libro a dir poco intrigante, scaturito da un blog (libro che non avrei probabilmente mai comprato né letto se non me l’avessero regalato in aeroporto). E’ fin troppo evidente che finché chi legge i nostri parzialmente anonimi blog ci conosce di persona non potremo mai, mai essere sinceri, scrivere tutto, tutto quello che vorremmo, quello che non si può scrivere nei blog che hanno appiccicato un nome sopra. I post saranno sempre blandi, alla meglio criptici, asettici, neutri, universali. Non particolari. Aveva ragione Tiziano Scarpa quando scriveva che “I diari in rete fanno pena. Sono autocensura giornaliera in pubblico.” 

In questi giorni, se devo essere sincera, mi stanno ronzando in testa anche più pensieri del solito, cose, cose che vorrei non dimenticare, cose che vorrei sviscerare, cose che mi fanno sorridere e che mi fanno piangere, cose che non voglio associare a me stessa sulle pagine di questo o di un altro blog.

Già circa un anno fa avevo pensato di chiudere la baracca, anche se poi – evidentemente – non l’ho fatto. Ho continuato a scrivere cripticamente, in modo insoddisfacente per me e probabilmente per chi legge.

In questi giorni, credo proprio che staccherò la spina, per quanto questo blog mi abbia fatto compagnia in un periodo particolare della mia vita e per quanto mi ci sia, in qualche strano modo, affezionata.

La prossima volta non farò l’errore di dire a tutti dove trovarmi. E’ piuttosto evidente, d’altra parte, che non smetterò di scrivere… almeno per un bel po’.

Permalink 12 commenti

fattore c

martedì 2 settembre '08 at 7:22 pm (cryptic, hawaii, italiano)

Forse a volte non è stupido credere che le cose si sistemeranno in qualche modo… C’è da dire che, sistemazioni miracolose a parte, mi sono comunque fatta un discreto mazzo. Però un po’ di culo aiuta. ^_^

Permalink 1 commento

saldi

lunedì 25 agosto '08 at 6:25 pm (cryptic, girl-powered, italiano, love, lyrics, thoughts, ToDo)

Che dire? Sono quella che sono. Tendo a ripetere gli stessi errori, over and over and over again, per così dire. E ora che sto cercando di spezzare questo circolo vizioso, l’unica differenza che riesco ad apprezzare è la mia reazione quando mi accorgo di stare ancora ricalcando i miei passi, ossia una simpatica quanto metaforica auto-pacca sulla spalla, seguita da un innocuo sorrisetto tra me e me. Già, mi perdono, mi assolvo e mi riabilito. Poi però mi chiedo, ma ci sarà qualcuno là fuori disposto a fare lo stesso? Io mi conosco fin troppo bene e mi sopporto, a giorni anche mi piaccio, sempre di più se devo essere sincera. Però a volte mi sento veramente un puzzle un po’ troppo complicato. In fondo, non a tutti piacciono i giochi complicati, con una ripida curva d’apprendimento. Beh, ma vaffanculo. Non voglio semplificarmi per il beneficio altrui. A me piacciono i giochi complicati. I saldi sono finiti!!

if I told you things I did before
told you how I used to be
would you go along with someone like me
if you knew my story word for word
had all of my history
would you go along with someone like me

— Peter, Bjorn & John (feat. Victoria Bergsman), “Young folks”

Permalink 5 commenti

bing cheng

martedì 5 agosto '08 at 5:54 pm (cryptic, girl-powered, grumpy, italiano, thoughts, trivial)

Secondo l’astrologia cinese, il mio segno è drago fuoco. Altamente incompatibile con cane acqua, nel senso che sono proprio agli antipodi, come Badget Bozzo e Marilyn Manson, Rosy Bindi e Dita von Teese. Non so se ridere o piangere… Diciamo che non ci penso, me ne fotto, e continuo a contare i giorni che mancano alla partenza (-37!).

Beh, che dire? Vaffanculo l’astrologia e vaffanculo i cinesi. Fanculo i draghi, gli elementi, Bruce Lee, la numerologia, i sogni premonitori, gli involtini primavera e insomma, riassumendo, vaffanculo tutto. 

Permalink 3 commenti

Next page »