sogni (1)

domenica 13 aprile '08 at 5:04 pm (cryptic, italiano)

Beh, mi è stato detto che ultimamente i miei post sono un po’ melensi.

me|lèn|so
1 di qcn., tardo e limitato nell’intendere | goffo nei movimenti o nel contegno; anche s.m.
2 estens., di qcs., che denota stupidità, attonito: faccia melensa, aspetto, sorriso m.
3 fig., di pensiero, discorso, testo e sim., insulso, sciocco, privo di originalità: stile m. | lezioso, sdolcinato: parole melense

Che ci posso fare? Io sono così. Un po’ tarda e insulsa. Hey, scusatemi se sono melensa! E poi non ho mai detto di voler scrivere cose argute, con un capo e una coda.

Dovrei uscire a votare ma sono troppo pigra, continuo a pensare, riflettere, elucubrare e cercare saggezza negli archivi dell’oracolo. Tanto ho ponderato che mi è pure tornato in mente un sogno che ho fatto ieri notte. In pratica, mia cugina aveva una piccola bambina (per la cronaca, ne ha due) e però ero io ad allattarla. Questa bimba era piuttosto paffuta e molto carina e sorridente, vestita in modo coloratissimo. Mia cugina ad un certo punto me la toglieva bruscamente e la bimbina rigurgitava il latte. Allora io la riprendevo e le facevo un piccolo massaggio sul pancino. Che vorrà dire? Forse aver parlato di figli in situazioni vagamente surreali mi ha smosso qualcosa nella mente?

Forse alcune persone hanno questo potere su di me. Queste persone infestano i miei sogni, ma in modo dolce. Quasi sdolcinato. Melenso, direi. Come Freddy Krueger, mi tagliuzzano nel sogno, e quando mi sveglio sono piena di lividi e cicatrici, morsi e graffi.

Ma non tutto il male viene per nuocere, giusto?

2 commenti

  1. oracolo said,

    Che qualcuno abbia voglia di leggere i miei archivi mi stupisce e mi lusinga… spero di non essere stato troppo noioso, negli anni.

    Non c’è nulla di male nell’essere un po’ melensi – anche se questo posto non mi sembra melenso: ne conosco di davvero melensi, altro che.

    E, come ci sono sogni ricorrenti, ci sono anche protagonisti ricorrenti nei sogni. Non sono persone in senso stretto: sono abbozzi di persone che assumono di volta in volta maschere diverse. C’è il personaggio tragico, c’è il nemico, c’è l’anima gemella… non è facile riconoscerli, perché si camuffano bene. Ti chiedi perché hai sognato quel compagno del liceo… ma non è il compagno del liceo, è l’antagonista. Dietro gli occhiali ed i baffi aveva lo stesso ghigno astuto del bambino che ti distruggeva i castelli di sabbia.

    Ma sognare di allattare… per me è la faccia nascosta di Kether :-)

  2. munchies said,

    Chiarissimo come sempre… :)

    “Keter is so sublime, it is called in the Zohar “the most hidden of all hidden things”, and is completely incomprehensible to man. ” (da http://en.wikipedia.org/wiki/Keter)

    PS: I tuoi archivi sono molto interessanti, in verità, e pieni di chicche nascoste!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: