expect the unexpected

giovedì 14 febbraio '08 at 2:38 pm (cooking, insomnia, italiano, thoughts, vegan)

L’ultima volta che ero single a san Valentino sono diventata vegetariana, così, di punto in bianco, tanto per gradire. Credo che fosse il lontano 1996. Per non farmi mancare nulla, non ho solo scelto di eliminare gli animali morti dalla mia dieta, ma sono anche diventata macrobiotica. E’ stato fico.

Il primo giorno non sapevo bene cosa fare. Poi in me si è andato delineando questo piano strampalato… far impazzire mia madre mettendo a mollo cereali integrali e legumi con un pezzettino di alga kombu tutte le sere, mangiando zuppa di miso a colazione o miso d’orzo spalmato su pane integrale, riempiendo il frigo di tutte le peggio cose tipo il tempeh, i vari sottoprodotti della soia, eccetera eccetera. Ci ho preso proprio gusto! Ossia, mi rendo conto che un piatto di polenta con ragù sia molto più saporito di un brodino di alghe con tofu, ma lo stupore (o raccapriccio) che tutto ciò faceva scattare nei miei compagni di merende era davvero impagabile. Anche se, per la cronaca, sono tornata onnivora pochi anni dopo.

Questo 14 febbraio che cosa potrei fare di simpatico, esotico e inaspettato? Di diventare vegetariana non se ne parla, se non altro perché ho il freezer pieno di pesce surgelato! :-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: