mercoledì delle ceneri

mercoledì 6 febbraio '08 at 5:15 pm (grumpy, italiano)

L’altra notte mi sono svegliata per poi riaddormentarmi dopo poco e, come spesso mi succede, avevo qualcosa in mente che ho appuntato velocemente sul cellulare. Oggi, casualmente, ho ritrovato l’appunto… l’avevo completamente rimosso! E, maledizione, oggi cade proprio a fagiolo.

Ho sognato il genio della lampada. Ho sognato che il genio della lampada era andato in vacanza. E io mi sentivo un po’ così, nel sogno, come se nessun genio sarebbe mai arrivato ad esaudire i miei desideri. Mi sentivo un po’ evanescente e senza scopo, debole e demotivata.

Oggi, poi, è venuta fuori la favola della volpe e l’uva, avete presente, no? La volpe vorrebbe tantissimo mangiare l’uva, ma non ci arriva. Allora decreta che l’uva tanto non le piace, e se ne va tutta sussiegosa. Io chiaramente mi sono sentita paragonare alla volpe, da due persone diverse (!!) anche se in contesti diversi.

Ma né l’una né l’altra favola esauriscono il modo in cui mi sento… Non voglio stare qui ad aspettare un deus ex machina che mi risolva in modo magico e miracoloso i problemi e che faccia avverare alcuni miei desideri; non voglio nemmeno passare per quella che vorrebbe qualcosa ma non potendolo avere lo disprezza e finge di non volerlo.

Non  credo più nelle soluzioni miracolose e non credo più nei giochetti. In realtà, non credo più in niente e tutti i miei approcci sono apparentemente fallimentari.

Oggi vedo tutto nero. Ma ho paura che togliendo il velo nero che mi ricopre gli occhi, dietro ci sia solo un cielo nero. Ho paura che il nero sia l’unico colore che riuscirò mai a vedere, ho paura di non ricordarmi quali siano i colori, e anche vedendone qualcuno i miei occhi lo identificherebbero come nero. Ho paura che a furia di fissare il nero avrò le allucinazioni e crederò di scorgere qualche sfumatura di colore.

Voglio svegliarmi in un posto in cui non esistano volpi, uva o geni imprigionati nelle lampade. Voglio risvegliarmi in un mondo parallelo in cui gli esseri umani siano dotati di qualche senso diverso dalla vista, dall’udito, etc., perché se devo essere sincera, questi cinque sensi non fanno altro che ingannarmi, e io mi sto iniziando a stufare!

Sento che sto sbagliando tutto, come un topo di laboratorio che continua a girare in un labirinto senza mai trovarne l’uscita o che continua a prendere la scossa senza imparare la lezione. Vorrei essere più intelligente e perspicace, ma sono solo una povera mongoloide.

Oggi è anche il fottuto mercoledì delle ceneri, per cui immagino che dovrei essere molto più saggia, sobria e auto-fustigante (ma senza lamentarmi). E invece no, non sono affatto saggia, per nulla sobria e non intendo auto-flagellarmi per le mie mancanze, ma solo frignare al vento…

Jeannie!! Quando cazzo torni dalle vacanze??

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: