there is no spoon

martedì 8 aprile '08 at 1:12 pm (cryptic, girl-powered, italiano, love, quotes)

Chissà perché le cose nuove sono preoccupantemente simili a quelle vecchie. Ogni fottuta volta. Ma forse, volendo cercare le similitudini, tutto è simile a tutto. Per dirla con una citazione dall’onnipresente libro che sto leggendo in questo periodo (Umberto Eco, “Il pendolo di Foucault”):

Ma fu allora, lo so, che iniziai a lasciarmi cullare dal sentimento della somiglianza: tutto poteva avere misteriose analogie con tutto.

Mi hanno proposto questa metafora l’altro giorno, e continuo a pensarci. Mettiamo che la mia casa prenda fuoco e io cerchi di scappare dalla porta – scelta più logica che mi viene in mente – che però magari è ostruita e inaccessibile. Che cosa faccio? Mi ostino fino a morirne oppure cambio approccio e mi butto dalla finestra, ferendomi un po’ un braccio per spaccare il vetro e magari slogandomi una caviglia nell’atterragio?

Non so, forse stiamo sempre cercando il punto giusto, forse è vicino a noi, ma non lo riconosciamo, e per riconoscerlo bisognerebbe crederci…

Se non si era ancora capito, chiaramente, sempre di amore si parla qui:

Certe cose le senti venire, non è che ti innamori perché ti innamori, ti innamori perché in quel periodo avevi un disperato bisogno di innamorarti. Nei periodi in cui senti la voglia di innamorarti devi stare attento a dove metti piede: come aver bevuto un filtro, di quelli che ti innamorerai del primo essere che incontri. Potrebbe essere un ornitorinco.

O qualunque altra cosa. Ma trovarla non significa necessariamente averne bisogno.

E’ possibile che la realtà non solo superi la finzione, ma la preceda, ovvero corra in anticipo a riparare i danni che la finzione creerà?

Le trappole della mente: credere a cose finte da cui scaturisce una realtà finta, accumulare cose che non servono e costruire un bisogno, trovare cose che non appassionano e inventare una passione; se non altro, per giustificare il tempo e le risorse spesi nella ricerca.

La verità, credo, è che non si tratta di cambiare occhi, ma semplicemente di cambiare occhiali.

Spoon boy: Do not try to bend the spoon; that’s impossible. Instead, only try to realize the truth.
Neo: What truth?
Spoon boy: There is no spoon
.
Neo: There is no spoon?
Spoon boy: Then you’ll see, that it is not the spoon that bends, it is only yourself.


(foto rubata qui)

About these ads

2 commenti

  1. oracolo said,

    Lo so, avrei potuto scriverlo io.

    Quella sensazione di ripercorrere la stessa strada, ancora, ancora, ed ancora… ma sembra diversa, ogni volta. Altrimenti un omino furbo mica ci casca.

    Magari a noi rimane il dubbio di cadere sempre nelle stesse trappole. C’è gente che nelle stesse trappole ci cade come noi ma vuole convincere il mondo che le trappole sono diverse ogni volta. E’ peggio perché ci danno fastidio, con il loro sorriso di chi ha capito tutto.

    Ed è ricreativo inventarsi dei bisogni da alimentare quotidianamente… vero, per certe persone inclini al loop mentale è pericoloso iniettarsi droghe autoprodotte. Ma intanto, che altro c’è da fare?

    Ah, già: mangiare, respirare, vivere nel presente e non nel futuro o nel passato.
    Naaah. Molto meglio guardarsi il cervello mentre gira a vuoto :-)

  2. munchies said,

    Eh già, oracolo. Anche leggendo ora, facendo cose “nuove”, mi accorgo dell’infinito loop che ritorna sempre su sé stesso, proprio come il Tao.
    E mi chiedo, tra l’altro, perché mi ritrovo sempre a scrivere commenti a queste ore!?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: